Il Rione è in lutto: è morto il presidente Gianni Merlini | Carnevaldarsena 2017 - il rione Darsena - Carnevale di Viareggio

Il Rione è in lutto: è morto il presidente Gianni Merlini

Ci sono notizie che non si vorrebbero mai dare o commentare. Come questa: il Carnevaldarsena ha perso il suo presidente. Gianni Merlini è morto a soli 61 anni, in seguito a una lunga malattia contro la quale lottava fieramente da anni. Lascia la moglie, Alessandra, e il figlio Matteo.

 

Gianni, che proveniva da una famiglia “trabaccolara”, dunque legata profondamente alle radici della Darsena, era un architetto, un uomo di cultura, un carnevalaro appassionato. Aveva fatto parte – durante la presidenza di Elio Tofanelli – del consiglio della Fondazione Carnevale e della commissione tecnico-artistica.

Nella sua attività al Carnevaldarsena – era da anni nel consiglio direttivo, ed era stato eletto presidente nell’ottobre del 2014 – aveva portato un forte contributo di taglio culturale, promuovendo “Adotta un carrista”, una serie di mostre omaggio ai costruttori del Carnevale, iniziative nelle scuole per la promozione della cartapesta, la realizzazione della scultura “Per le vie della Darsena”, dedicata alle baldorie. Creata da Libero Maggini, la scultura doveva essere donata al quartiere e ci colpisce dolorosamente che Gianni se ne sia andato prima di vedere la conclusione di questa sua iniziativa.

In realtà Gianni Merlini doveva ricoprire l’incarico di presidente del Rione già prima del 2014: poi per le sue condizioni di salute aveva rinviato l’impegno. Per l’edizione del Carnevaldarsena del 2015 – che non si è tenuta per i noti problemi dei costi legati alla pulizia delle strade e alla vigilanza notturna – Merlini aveva preparato, in accordo con il promoter Mimmo D’Alessandro, un grande concerto gratuito di Enzo Avitabile, che avrebbe dovuto inaugurare le serate del Baccanale. La forzata rinuncia, prima al concerto e poi alla festa rionale dello scorso febbraio, lo aveva addolorato.

Era fatto così, Gianni. Pensava in grande, era convinto che il Carnevaldarsena non dovesse essere soltanto una sagra di cucina e ballo, ma una manifestazione ricca di cultura popolare. A cominciare dalla tradizione delle mascherate, che si era impegnato a rinverdire creando il premio “Beppe Bugia” e poi sostenendo con forza la “cena delle mascherate”, con la nascita di un gruppo di giovani pronti a far rivivere i travestimenti carnevaleschi.

La fine è arrivata, all’Hospice del San Camillo, nella notte fra lunedì e martedì. La salma è esposta alla Croce Verde; mercoledì alle 15,30 ci sarà una breve cerimonia di saluto con una benedizione. La famiglia invita parenti e amici a non mandare fiori, ma a devolvere offerte alla Crea.

In questo triste momento il consiglio direttivo, l’assemblea dei soci, i volontari tutti del Rione Darsena si stringono intorno alla famiglia e salutano con affetto il presidente Gianni.

 

Viareggio 14 luglio 2015                            Il consiglio direttivo del Carnevaldarsena

Facebook

Baccanale 2017

Carnevaldarsena 2017