Presentazione | Carnevaldarsena 2017 - il rione Darsena - Carnevale di Viareggio

Presentazione

Quando si parla di Carnevaldarsena sembra a “prima vista” di parlare di cosa effimera, fine a se stessa, fatta per fare bisboccia quelle tre o quattro sere, e poi… fine di tutto. Ma non è cosi.

La gente di Darsena

Non è cosi perché il Baccanale è inventato e portato avanti dalla gente di Darsena. Gente un po’ diversa, eterogenea, cosmopolita, frastagliata, come è diventata Viareggio tutta, ma, con una matrice che resta nel bene e nel male, indelebile. E sì, proprio così: la Darsena affratella. Chiunque è arrivato qui ha dovuto, o prima o poi accettare l’idea. Si litiga, si fa “casino” quando c’è bisogno, ci si ribella, ma poi la nostra Darsena rimette tutto a posto con un abbraccio. Come un
piccolo grande paese che segue le proprie cose dall’alto del campanile.
Poi l’estro, il genio, la fantasia, la profonda eredità dei nostri padri, nonni, bisnonni.

Il nostro Baccanale

Di acqua ne è passata sotto i ponti; dai primi navicelli, la brigoletta, il barcobestia; poi le motonavi e gli yachts in legno, in acciaio, in vetroresina, i successi della C.U.V. in campo internazionale ecc. Le botteghe dei piccoli artigiani, commercianti, via via modificatesi con il tempo che inesorabile cambia le cose, le persone, la storia. Ed è qui il grande travaso. La trasposizione delle idee che una volta l’anno alimentano la festa più bella: il Baccanale. Ecco l’origine: come fu il Carnevale di Viareggio. Ma la Darsena non permette simulazione di fallo. Lei, le sue braccia le tende ancora all’insegna della libertà, della follia pura, incondizionata.

(Dalla presentazione del volume «Venti anni di Carnevaldarsena»)

Facebook

Baccanale 2017

Carnevaldarsena 2017